La Giuria del P.D.A. 2019

Raffaele Di Marcello, Architetto

Nato a Teramo, si laurea in Architettura presso l’Università “G. D’Annunzio” Pescara-Chieti nel 1997. Nel 2006 consegue presso l’Università degli Studi di Teramo – Campus Coste Sant’Agostino il Master di Formazione Professionale in “Gestione degli Enti Locali: Sviluppo Sostenibile e Multilevel Governance”. Dal 2012 al 2015, Dottorato di Ricerca in Sociology of Regional and Local Development (SPS/10) presso l’Università degli Studi di Teramo – Campus Coste Sant’Agostino. Dal 2002 presso la Provincia di Teramo, Area 3 – Settore 3,8 – Pianificazione del Territorio, Urbanistica, Piste ciclo-pedonali, Politiche Comunitarie, è Istruttore Tecnico.

Per due quadrienni 2009-2013 e 2013-2017 ricopre la carica di Consigliere Tesoriere presso l’Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Teramo. Dal 2017 (quadriennio 2017-2021) è Presidente dell’Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Teramo. Componente del Comitato Tecnico della Riserva Naturale dei Calanchi di Atri, per la Provincia di Teramo, dal 2011 al 2013 e dal 2017 a tutt’oggi. Componente della Commissione di Riserva Area Marina Protetta Torre del Cerrano anni 2017-2021. Iscritto all’Albo dell’Ordine dei Giornalisti della Regione Abruzzo, sezione pubblicisti.

Tra le sue numerose pubblicazioni si annoverano: Consumo di suolo e partecipazione, in La democrazia partecipativa nell’esperienza della Repubblica. Nuovi segnali della società civile?, Napoli: Editoriale Scientifica, 2011. La bicicletta come strumento per il turismo sostenibile. Il caso della ciclovia Venezia-Lecce. In Dal turismo sostenibile alla responsabilità sociale d’impresa a cura di La Torre M.A. Napoli: Università degli Studio Suor Orsola Benincasa, 2013. I percorsi ciclabili dell’Adriatico. Dalla rete ciclabile europea al progetto VE.LE., Faenza: Homeless Book, 2014. Mobilità dolce e turismo sostenibile. Il ruolo della bicicletta nelle aree protette. In Geotema, n.49/2015, Bologna: Patron editore srl. Gli spazi urbani della mobilità non motorizzata. In La Città creativa. Spazi pubblici e luoghi della quotidianità, a cura di R.Galdini e A.Marata. Roma: CNAPPC Consiglio Nazionale Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori, 2017. Principi normativi e progettuali per integrare la mobilità ciclistica e il turismo in bicicletta nelle aree protette, in RETICULA, rivista dell’ISPRA, numero monografico sul tema Infrastrutture verdi e mobilità dolce: esperienze e considerazioni per nuove sinergie, n. 19/2018.

Andrea Cingoli, Architetto e Designer

Laureato con lode in architettura presso la Facoltà G.D’Annunzio di Pescara nel 2006, con tesi sperimentale su “Sistemi modulari di colonizzazione flessibile”, svolge attività di ricerca partecipando a corsi, workshop ,concorsi ed eventi. Nel 2010 frequenta il Master in Progettazione dello Spazio Pubblico “MaSP” dell’ Università di Pisa. Dal 2000 è direttore tecnico dell’Impresa Cingoli Consolidamento e Restauro ( www.impresacingoli.it ) che opera nel campo del restauro dei beni culturali e monumentali su tutto il territorio nazionale curando esecuzione,progettazione, ricerca e sperimentazione di nuovi marteriale e tecnologie finalizzate al recupero degli edifici di elevato valore storico/artistico.

Nel 2007 è socio-fondatore di Zo_loft architecture & design (www.zo-loft.com). ZO_loft nasce dalla volontà di applicare i contenuti delle proprie ricerche progettuali su i temi della mobilità, della sostenibilità e della flessibilità legati al mondo dell’architettura, del design e dello spazio urbano. ZO_loft persegue i suoi obiettivi progettando e gestendo il cambiamento, reinventando e ibridando funzioni, contaminando, palesando a volte un’apparente disgregazione funzionale. Sin dalla sua nascita ZO_loft svolge attività di networking con partner nazionali e internazionali, unendo competenze, singole individualità e personalità variegate accomunate da un continuo percorso di ricerca e formazione. I loro lavori di architettura e i loro prodotti di design sono stati esposti, premiati e pubblicati in tutto il mondo.

Nel 2010 è socio-fondatore di Urbanmore, uno collettivo composto da professionisti operanti in tutta Europa con lo scopo di esplorare trasversalmente la dimensione pubblica dello spazio integrando discipline e culture diverse.

Nel 2013 è co-fondatore con l’arch. Michele Manigrasso, di Studio [OPS!], Atelier che fa progetto e ricerca in ambito architettonico, con una visione allargata ai territori dell’Urbanistica. Studio attento alle dinamiche urbane e alle trasformazioni ambientali e d’uso del territorio: analizzando numerose variabili implicite, ecologiche, climatiche e del lifestyle, fa cortocircuitare ricerca e sperimentazione, attraverso gli strumenti della flessibilità e dell’adattamento, nella direzione dello sviluppo sostenibile delle città, aumentandone la resilienza ai fattori di stress. In particolar modo, si occupa di progetto dello spazio pubblico, come consulente per pubbliche amministrazioni e partecipando a concorsi di progettazione.

Nel 2014 costituisce CONCEPTICON, uno studio di progettazione fortemente tagliato sul concept design e la ricerca di nuovi modelli di business basati sulla creatività. Nella profonda convinzione che l’innovazione sia l’unico modo per affrontare in modo efficace un mercato enormemente competitivo e propositivo, CONCEPTICON esplora e rilegge la realtà quotidiana conferendo ai propri prodotti nuovi significati, inaspettate forme e funzionalità.

Tra i premi e riconoscimenti ricevuti si annoverano: 2015. 1st prize IQU Architettura e Città – new uses and projects section. 2016. Red Dot Award: Design Concept. Category: Illumination | project BALAMP. IF Design Award. Category: illumination | Project BALAMP. 2017. HONOURABLE MENTION EUROPEAN PRODUCT DESIGN AWARD. Category: lighting| project Module-O. SILVER WINNER EUROPEAN PRODUCT DESIGN AWARD. Category: interactive lightning | project TUBI’. SILVER WINNER EUROPEAN PRODUCT DESIGN AWARD. Category: illuminated home decor | project E-clips. SILVER WINNER EUROPEAN PRODUCT DESIGN AWARD. Category: art glass lighting | project FLAMP. GOLD WINNER EUROPEAN PRODUCT DESIGN AWARD. Category: urban sustainable design | project crickIT. GOLD WINNER EUROPEAN PRODUCT DESIGN AWARD. Category: energy saving lightning | project TUBI’. 2018. NOMINATION GERMAN DESIGN AWARD. Category: Lighting | project FLAMP. NOMINATION GERMAN DESIGN AWARD. Category: Kitchen | project Duc(oo)K. SPECIAL MENTION GERMAN DESIGN AWARD. Category: kitchen | project Duc(oo)K.

Paolo Petrini

Consolidata la sua esperienza nel campo dell’impiantistica elettrica, sia in campo civile che militare, si specializza nel settore lighting ricoprendo varie posizioni per Ferri Elettroforniture (responsabile settore lighting Abruzzo-Molise dal 1992 al 1999), per iGuzzini (dal Gennaio 2000 al Dicembre 2002), per Effetto Luce dal Gennaio 2003 a Febbraio 2006.

Da Marzo 2006 è responsabile della Divisione Studio Luce Abruzzo-Molise per RemaTarlazzi Spa.

Francesco Di Lecce, Architetto e Designer

Dopo la maturità artistica, si trasferisce a Pescara dove intraprende gli studi di architettura. Da subito scopre l’interesse e la passione per il design esteso a tutti campi, dal product al transportation, al nautico, diventando il percorso obbligato per la sua formazione. Si laurea con una tesi sperimentale, un veicolo elettrico multifunzione fuel cell powered, per ricerche scientifiche e manutenzione dei parchi, pubblicata sulla rivista di settore Auto&Design n°128/2001. Vince un assegno di ricerca nel 2001 presso il DiTAC (Dipartimento di Tecnologie per l’Ambiente Costruito) dell’Università degli Studi di Architettura G.D’Annunzio di Pescara riguardante lo studio dell’interno di una vettura sportiva serie Daytona Prototype in collaborazione con Picchio Racing and Road Cars di Ancarano e una ricerca in “Stile e comunicazione nel design automobilistico”. Contestualmente, cultore della materia e tutor nei corsi di design industriale e automotive. Sempre in collaborazione con il DiTAC, vince nel 2001 il primo premio al Concorso Nazionale “La Macchina Agricola del Terzo Millennio” Patrocinato da UNACOMA (Unione Nazionale Costruttori Macchine Agricole), con pubblicazione del progetto sulla rivista Mondo Macchina n°10/2001. Iscritto all’Ordine degli Architetti Paesaggisti e Pianificatori della provincia di Pescara, inizia la propria attività professionale presso vari studi di Pescara e come freelance in studi del teramano e aziende che si occupano di architettura, ingegneria, design industriale, progettazione meccanica e virtual prototyping. Queste collaborazioni gli permettono di approfondire il suo know how e di ottenere incarichi importanti di progettazione esecutiva nell’ambito del product design e virtual prototyping. Dal 2004 consulente e designer per aziende che operano nel campo della progettazione e sviluppo prodotti come P&G, AMS poi TULTON, PRIMENOVE, TECA Fitness, per la quale progetta Beauty&Phisio sistema Switching Work out nel 2009 e vince il primo premio al FIBO INNOVATION DESIGN AWARD (Essen Exhibition Center, Germany). Libero professionista anche nell’ambito della CG&A, fonda nel 2007 con l’architetto Beppe Barone nGons Studio, con sede in Pescara e diventa punto di riferimento per altri colleghi, studi e aziende per tutto ciò che riguarda il visual nel campo della progettazione.

Orlando Alessandro Zimei, Architetto

Laureato in architettura presso l’Università “G. D’Annunzio” di Pescara nel 2001 con tesi di laurea in progettazione architettonica, relatore Prof. Arch. Paolo Desideri. Iscritto all’Ordine degli Architetti, P.P.C. della provincia dell’Aquila con il n. 517. Dopo un breve periodo di collaborazione con diversi studi professionali tra Bologna, Firenze e Pescara, nel 2002 apre il proprio studio con sede in Pratola Peligna (AQ). Nel 2006 in associazione con gli architetti Luca Rosato e Raimondo Rocco fonda lo studio ZiRo Architetti Associati con sede in Pescara operante fino al 2008.

Nel 2008 fonda studio ZIMEI con sede in Pescara.

Biografia